I cani più audaci


La storia dell'amicizia tra uomo e cane risale a più di un millennio. In relazione agli umani, i cani mostrano amore e devozione e, se necessario, possono mostrare un coraggio senza pari.

Laika. La storia di questo cane è la più rivelatrice e la più deprimente di questa lista. Dopotutto, Laika divenne non solo il primo animale ad essere nello spazio, ma anche la prima vittima di tali voli. Durante la preparazione dell'esperimento, sono stati scelti i cani, non le scimmie, poiché sono più propensi all'addestramento. Fu scelto un cane di due anni, Laika, che pesava 6 chilogrammi. Prima del volo, ha subito un intervento chirurgico, sebbene i sensori fossero installati sulle costole e vicino all'arteria carotide. Il lancio ebbe luogo il 3 novembre 1957. Il design del razzo non ha comportato, in linea di principio, un ritorno sulla Terra. I sensori nell'animale hanno mostrato che era sopravvissuto con successo alla procedura di lancio e orbita di volo. A gravità zero, il suo polso tornò alla normalità. Laika è stata in grado di fare 4 orbite attorno al pianeta. Ma a causa di errori nei calcoli, la temperatura all'interno del satellite è salita a 40 gradi e il povero animale è morto per surriscaldamento. La fuga di Laika divenne una sensazione sulla stampa occidentale. Era ammirata, ma allo stesso tempo compatita. Per un'intera settimana, l'URSS riferì del benessere di un animale già morto e, quando fu riferito della morte dell'animale, una raffica di critiche cadde sulle autorità. Quel volo si rivelò molto importante. Un animale coraggioso ha dimostrato che una creatura vivente può volare nello spazio e una persona ha dimostrato ancora una volta che nel raggiungere i suoi obiettivi non avrebbe paura di uccidere un amico. In onore del coraggioso Laika, furono eretti monumenti e furono scritte canzoni.

Bobby. Questa storia ebbe luogo nel 1923. Il cane collie stesso apparteneva a una famiglia che viveva in Oregon. Quando il suo padrone stava viaggiando attraverso l'Indiana, il cane si perse. La sua ricerca non ha avuto successo e la famiglia è tornata a casa. Sei mesi dopo, il cane si presentò in Oregon, dopo aver percorso 4500 chilometri. Bobby era molto emaciato ed emaciato, non riusciva quasi a stare in piedi. Le zampe del cane coraggioso e fedele erano logorate fino all'osso. Il cane è stato scoperto dalla figlia adottiva della famiglia, Nova. Ha chiamato un cane sporco che sembrava Bobby e ha risposto a quel nome! Nessuno può capire come il cane è stato in grado di viaggiare così a lungo e come sapeva persino dove andare. Il suo viaggio ebbe luogo durante l'inverno. Le persone che aiutavano Bobby iniziarono a scrivere al suo padrone. Il cane riuscì a ricordare la via del ritorno, apparendo nelle case in cui alloggiava la famiglia e nelle stesse città. Questo incidente ha reso famoso Bobby. I giornali scrivevano di lui, facevano film, pubblicavano libri. In Oregon, Bobby ha persino costruito la sua casa dei sogni - con piccole finestre e tende su di essi. Il cane era membro onorario del Portland Show - 100 mila persone vennero a vederlo. Dopo 3 anni, il cane morì, fu sepolta con onori in un cimitero speciale per animali. Fino ad ora, nella città natale di Bobby, il 15 febbraio è celebrato come il suo memoriale.

Apollo. Durante l'attacco terroristico dell'11 settembre contro l'America, l'unità speciale canina K-9 ha preso parte attiva al salvataggio delle persone. Fu Apollo a ricevere la medaglia per tutti i cani coraggiosi che eseguirono quell'impresa. Un cane da pastore tedesco è nato nel 1992, dopo aver superato corsi speciali per cani per cercare e salvare le persone. Questo cane è arrivato sulla scena del disastro entro 15 minuti dal suo completamento. Il fuoco e i detriti che cadevano quasi reclamarono la vita del coraggioso soccorritore. Fu salvato cadendo nella piscina poco prima del crollo delle torri. Dopo che il suo proprietario, Peter Davis, ha tirato fuori il cane da lì, insieme hanno continuato a cercare tra le macerie e salvare le persone. Dopo quella storia, Appollo ha lavorato nella Repubblica Dominicana, aiutando a ripulire i detriti dopo gli uragani. Il coraggioso cane è morto nel 2006.

Old Shep. Questo cane ha aiutato il suo proprietario ad allevare pecore nel Montana. Nell'estate del 1936, l'uomo si ammalò e andò con Shep in città. Ma il pastore non poteva guarire, morì. Il suo corpo fu rinchiuso in una bara e inviato ai parenti. Gli addetti alla stazione hanno attirato l'attenzione sul cane quando è apparso sul binario e ha visto la bara caricata sul treno. Quando la squadra se ne andò, Shep rimase nello stesso posto per sei anni. Incontrò e salutò i quattro treni che arrivavano alla stazione ogni giorno. In questo caso, il cane ha rischiato di essere schiacciato. Alla fine, il 12 gennaio 1942, scoppiò una tragedia: un cane cieco e sordo scivolò sulle rotaie ghiacciate e non riuscì a scappare dalla locomotiva. Il famoso cane ha ricevuto un necrologio dettagliato, centinaia di persone e una guardia d'onore l'ha accompagnata nel suo ultimo viaggio. Una tomba fu scavata in cima alla collina sopra la stazione e le luci illuminavano le lettere SHEP anche di notte. Nel tempo, la stazione fu abbandonata, il cane stesso fu dimenticato. Solo nel 1988 questo posto fu ridecorato e fu aperto un monumento in bronzo per il cane in città. Shep si trova nella stessa posizione in cui stava aspettando il suo padrone, senza paura dei treni che passavano.

Nemo A534. Questo cane prestò servizio nell'esercito e fu battezzato dal fuoco in Vietnam. E divenne famoso durante l'attacco dei nemici alla base americana. È successo il 5 dicembre 1966. Durante l'attacco con mortaio, Nemo segnalò la presenza di esploratori. Nel successivo scontro a fuoco, il cane fu ferito agli occhi e al naso, ma rimase comunque a guardia dei corpi dei feriti. Nemo non ha nemmeno permesso a un'équipe medica inviata dagli americani di avvicinarsi a loro. Solo il veterinario è stato in grado di portare il coraggioso cane lontano dal corpo del suo proprietario. Fu grazie al cane che sopravvisse alla fine. Quando Nemo arrivò dai veterinari, era in cattive condizioni. Ha subito un trapianto di pelle del viso e gli è stato rimosso l'occhio, oltre a una tracheotomia per aiutarlo a respirare. Ma ha solo migliorato l'udito e l'olfatto. Dopo 8 mesi di trattamento, il coraggioso cane era tornato nei ranghi. Dopo quegli eventi, il pastore tedesco di 5 anni è tornato in pensione in Texas.

Jackie. Questo cane passò alla storia come critico implacabile del nazismo. Inoltre, queste azioni erano completamente aperte. Un dalmata di nome Jackie apparteneva a Thor Borg, un uomo d'affari di Tampere, in Finlandia. L'uomo stesso aveva un buon senso dell'umorismo: insegnava al suo cane ad alzare la zampa, reagendo alla parola "Hitler" e parodiando il saluto dei fascisti. Borg fu convocato presso l'ambasciata tedesca all'inizio del 1941, dove gli fu chiesto delle abilità insolite del suo cane. Lo stesso Finn ha detto che non chiama il cane Hitler, ma che sua moglie spesso la chiama così. Borg assicurò ai diplomatici tedeschi che non aveva mai cercato di offendere il Terzo Reich. Anche Berlino ha scoperto questo caso. Il coraggioso cane interessò il Ministero degli Affari Esteri, l'ufficio di Hitler e persino il Ministero dell'Economia. Decisero di influenzare finanziariamente Borg: il commercio all'ingrosso con lui fu interrotto influenzando i fornitori. Il Ministero degli Esteri stava cercando modi per denunciare Borg e il suo cane. Ma il caso fu chiuso, dato che semplicemente non c'erano testimoni pronti a confermare le loro accuse. I fascisti non potevano fermare questa derisione. Borg stesso visse fino a 60 anni, morendo nel 1969 e Jackie morì per cause naturali.

Lucanico. Questo cane passò alla storia come un ardente ribelle. Nella storia recente, la Grecia non è stata senza scontri associati alla crisi finanziaria nel paese. L'arco divenne una figura di culto di quegli eventi; nessuna dimostrazione poteva farne a meno. Il cane si distinse mordendo i talloni della polizia antisommossa, abbaiando con slogan e urinando sui rappresentanti dell'ordine. Il nome del cane è tradotto come "salsiccia", è riuscita a diventare un vero simbolo di resistenza. Anche un gruppo su Facebook è stato dedicato al cane dai capelli rossi, che è diventato familiare nelle cronache dei giornalisti, dove pubblicano le ultime notizie sulla vita di un coraggioso rivoluzionario. Tutti i giornali greci raccontavano del cane, che scodinzolava su molti canali televisivi di tutto il mondo. La salsiccia non ha padrone, cammina da sola per Atene. Ma non appena una manifestazione e uno scontro con le autorità iniziano da qualche parte in città, come un cane è proprio lì. Si è sempre schierato dalla parte dei manifestanti, schivando abilmente pietre volanti. Come altri cani randagi ad Atene, la salsiccia ha una targhetta sul collo. Possiamo dire che anche il cane sta combattendo per la sua vita - dopo tutto, i tagli di bilancio possono portare a una riduzione del programma di protezione degli animali randagi.

Gander. Questo cane di Terranova era originariamente chiamato Pal. I bambini adoravano giocare con un cane grande e gentile. Ma Gander si grattò accidentalmente la faccia del bambino con la zampa. Preoccupati per possibili problemi, i proprietari hanno dato il loro cane per servire nell'esercito canadese. Lì, i soldati ribattezzarono il loro compagno a quattro zampe Gander, dandogli l'incarico di sergente. Il cane eseguì la sua impresa a Hong Kong nel dicembre del 1941. Durante le feroci battaglie tra canadesi e giapponesi, Gander fermò due volte gli attacchi nemici. Quando i nemici lanciarono una granata, il coraggioso cane la raccolse immediatamente e fuggì verso i giapponesi. Gander è morto nell'esplosione, ma è riuscito a salvare la vita di diversi soldati feriti. Il cane ha ricevuto il premio postumo e solo 50 anni dopo la sua impresa. E il nome del coraggioso cane fu incluso nell'elenco dei veterani di quella battaglia su una lapide commemorativa a Ottawa.

Barry. Questo San Bernardo passò alla storia come uno dei soccorritori di maggior successo della storia. Dal 18 ° secolo, i monaci che vivono nelle Alpi hanno deciso di tenere con sé i cani in modo che possano partecipare alle operazioni di salvataggio nelle distese innevate. Barry nacque nel 1800 e prestò servizio nel monastero di San Bernardo. Si trova vicino al Gran San Bernardo. C'era una volta una strada che collegava l'Italia con l'Europa. Il percorso era difficile, poiché spesso iniziava la tempesta. I monaci allevarono una razza speciale: San Bernardo, che, grazie al loro istinto e alla loro forza, aiutò a trovare persone perse. Lo stesso Barry era più piccolo dell'attuale St. Bernards. Pesava solo 40-45 chilogrammi. Durante la sua vita, il coraggioso cane è stato in grado di salvare almeno 40 persone. Il caso più famoso è stato il salvataggio di un bambino che si è congelato a morte in una grotta di ghiaccio, nascondendosi lì da una valanga. Il cane lo scaldò leccandolo, quindi lo trascinò per terra e persino sulla schiena. Secondo la leggenda, la morte di Barry venne dal coltello di un soldato svizzero. Il cane lo ha scavato nella neve, ma l'uomo ha scambiato il San Bernardo per un lupo e ha iniziato a difendersi. Infatti, dopo 12 anni di servizio, Barry si ritirò nel monastero di Berna, dove visse per altri 2 anni. In onore di questo cane nel monastero di San Bernardo c'è ancora almeno un cane con quel nome. Nel 2004 è stata creata la Barry Foundation, che è impegnata nell'allevamento di cani di questa razza.

Patatine fritte. Questo cane ha ripetutamente dimostrato che il suo coraggio non conosce limiti. Chips è considerato il cane più onorato e più coraggioso della seconda guerra mondiale. Il cane era un incrocio tra un pastore tedesco, un collie e un husky siberiano e sembrava abbastanza innocuo. Edward Wren di Pleasantville ha donato il suo cane all'esercito. Il cane completò un corso di addestramento di guardia e fu assegnato alla Terza divisione di fanteria. Durante i suoi servizi, Chips viaggiò in Africa, Sicilia, Italia, Germania e Francia. Il cane eseguì la sua impresa più famosa il 10 giugno 1943. Durante l'atterraggio in Sicilia, i soldati americani furono costretti a fermarsi: un nido di mitragliatrici stava riversando fuoco su tutto ciò che lo circondava. I chip quindi irruppero nel bunker e costrinsero i tedeschi ad arrendersi, nonostante diverse ferite da proiettile. Il coraggioso cane fu presentato al generale Dwight Eisenhower, comandante delle forze alleate. Chips ricevette persino il Purple Heart con una Silver Star, ma i premi furono successivamente ritirati per non offendere i soldati. Nel dicembre del 1945, il cane fu dimesso dall'esercito e restituito alla famiglia del suo proprietario. Nel 1990, la Disney ha persino realizzato un film su quegli eventi.


Guarda il video: I 10 Cani Più Pericolosi Al Mondo #1


Articolo Precedente

Nomi ebraici maschili

Articolo Successivo

Aida